Lo confesso: non amo l’abitudine di utilizzare spesso parole di lingua inglese.

…. (!!!) ….

Già immagino il sorrisetto che hai appena (inconsapevolemente?) abbozzato…. “Ma come … Andrea: proprio tu che parli di Counseling e di Coaching a destra e a sinistra, proprio tu che hai appena scritto empowerment nel titolo di questo post…. ma ti rendi conto che non sei credibile?”. Si, me ne rendo conto e hai ragione, ma lascia che ti spieghi: intanto non sono poi così intransigente e poi, a volte, bisogna arrivare a dei compromessi.

Nonostante la lingua italiana sia più ricca, più varia e più complessa di quella inglese, devo infatti riconoscere che quest’ultima è capace di racchiudere in singole parole concetti che noi – con la nostra lingua – non siamo in grado di tradurre in modo efficace se non utilizzando più di una singola parola. O meglio: ci sono parole inglesi, che nascono in contesti anglosassoni e racchiudono in sé significati complessi. Questo vale per la parola Counseling (che di certo non possiamo tradurre con “Consulenza”…) e vale, appunto, per empowerment. E allora vediamo insieme che cos’è l’empowerment, a cosa ci serve e perché ne parliamo.

Cos’è l’empowerment

Deriva dal verbo inglese to empower, il cui significato letterale è “dare a qualcuno il potere di”, “rendere qualcuno in grado di”, “mettere qualcuno in condizione di” e che possiamo anche trovare tradotto con singole parole come “autorizzare”, “delegare” e “responsabilizzare”. In massima sintesi, possiamo dire che è un processo tramite il quale le persone accrescono la possibilità di influenzare e controllare la propria vita.

(Ecco…adesso forse capisci perché prima dicevo che a volte bisogna arrivare a dei compromessi: è più semplice – e veloce – scrivere empowerment, piuttosto che tutto il capoverso che hai appena letto, non lo pensi anche tu? L’importante comunque è capirsi: se non ti è ancora del tutto chiaro cosa s’intende per empowerment, vai avanti a leggere, così sarai in grado di afferrare per bene il concetto!)

Attraverso l’empowerment le persone sviluppano le proprie potenzialità e riescono a raggiungere i propri obiettivi. Naturalmente è un processo che si può anche fare da soli (e spesso e volentieri lo facciamo, più o meno consapevolmente, proprio da soli!), oppure si può decidere, in certi momenti del nostro percorso di vita, di farsi accompagnare in questo processo da un’altra persona, ad esempio da un Coach o da un Counselor.

A cosa serve l’empowerment

Serve a crescere. Serve ad affrontare i cambiamenti. Serve ad affrontare la vita. Ci consente di acquisire potere personale, di incrementare le nostre capacità e competenze, di sviluppare ulteriormente le nostre potenzialità.
E ancora: ci consente di rafforzare il senso di sé, di incrementare la propria autoefficacia, di aumentare la consapevolezza critica della realtà, di acquisire nuove possibilità di essere e di agire.

Perché ne parliamo

Ne parliamo perché è un concetto fondamentale nella crescita personale. E ne parliamo perché nasce e si fonda su un presupposto che è condiviso con il Counseling e con il Coaching: ogni persona ha in sé tutte le risorse necessarie, ogni persona è potenzialmente capace e competente di autodeterminare la propria vita.

Solo che, nella vita ci ciascuno di noi, possono esserci momenti – più o meno lunghi – in cui non siamo così fiduciosi in noi stessi e nelle nostre abilità e capacità. In quei momenti ci percepiamo come non in grado di affrontare particolari problemi o come non in grado di raggiungere determinati obiettivi.

Il Counseling e il Coaching possono, dunque, essere visti come strumenti attraverso cui fare empowerment. Strumenti che possono supportare la persona che sta attraversando un momento di difficoltà oppure un momento di impasse, ma che possono anche supportare la persona nel raggiungimento di un proprio obiettivo.

Certo, il Counseling e il Coaching non sono gli unici strumenti per fare empowerment, ce ne sono altri di cui potremo parlare in futuro, così come potremo anche approfondire il concetto stesso empowerment. Per il momento abbiamo condiviso i concetti di base e possiamo già condividere anche esperienze: tu hai avuto un’esperienza diretta con qualche modalità che ti è stata utile, ti ha supportato nella tua crescita personale e attraverso cui hai fatto un percorso di empowerment? Allora – se vuoi – puoi condividerla con noi commentando questo post!